Blog

Autismo, l’appello di Elio a Propaganda Live: «È un tema che non interessa a nessuno»

Autismo, l'amaro appello di Elio a Propaganda Live: «È un tema che non interessa a nessuno»

Autismo: nuovo, appassionato e amaro intervento di Stefano Belisari, “Elio” delle Storie tese, ha ricordato di nuovo le difficili situazioni delle famiglie che hanno un figlio affetto da autismo. «Mi sono accorto che l’autismo è un tema che non interessa a nessuno. Perché se non ce l’hai non puoi renderti conto di cosa rappresenti. Il numero dei casi è sempre più alto: ora si parla di un caso ogni 70 nascite, ma si tratta di un dato in aumento. Ora, è giusto occuparsi dei guai del mondo, che purtroppo non mancano, ma bisogna anche ricordarsi che l’autismo c’è sempre, non se ne va mai. Così, con colleghi papà ci siamo inventati il titolo di Autism Manager». in riferimento a questo disturbo del neurosviluppo che si presenta in oltre 100 versioni e di cui sono ancora ignote le cause.

«L’autismo è tutti i giorni, non solo il 2 aprile, giornata mondiale dedicata alla consapevolezza su questo disturbo. È vita quotidiana, routine, stanchezza, paure accentuate dal Covid, con l’incubo del contagio che per ragazzi e adulti potrebbe dare luogo a situazioni ingestibili oltre che a molti rischi».

Pochi punti importanti quelli che i tre papà sottolineano: vaccinare contro il Covid autistici e caregiver, veicolare le terapie scientificamente validate e lavorare perché gli autistici non diventino “fantasmi” da adulti. “È di vitale importanza – prosegue Elio- vaccinare quanto prima le persone con autismo. I ragazzi, gli adulti e i caregiver. Bisogna vaccinarli subito, andava fatto due-tre mesi fa”.  “Ancora manca omogeneità di trattamento secondo le regole scientifiche. Le famiglie sono sole, non hanno strumenti di confronto, sono lontane dalle istituzioni. Quando i ragazzi crescono poi diventano fantasmi.  La loro utilità sociale è che in caso del decesso di un genitore vengano dati a qualcuno che li prende in consegna. E avranno un valore dei 300 euro al mese per chi li mette in una stanza e li tiene magari sedati”. 

VON DER LEYEN UNA DONNA!!!!!

Von der Leyen sul sofagate con Erdogan: “Successo perché sono una donna!!!” La presidente della Commissione europea torna sull’incidente diplomatico in Turchia: “Mi sono sentita ferita. Dimostra quanto c’è da fare perché le donne siano trattate con parità”

Ecco in che mondo siamo, ma soprattutto ecco in quali mani è il nostro mondo nel 2021!!!!!!!!!!!!!

Non parliamo della magra figura del piccolo omino Michel, peggio del peggio, non saprei definire nessuno dei due… noi della sedia non abbiamo bisogno… noi sappiamo stare e restare in piedi senza mai cadere nel ridicolo, nel vuoto, nell’inutile mondo dei maschilisti, che poi in realtà oltre questo non sanno far nulla, a nulla valgono!!! MI FANNO PENA!!!

Roma, 26 aprile 2021 – Il sofagate è avvenuto perché “sono una donna”. A tornare sull’incidente di protocollo diplomatico dello scorso 6 aprile in Turchia è Ursula von der Leyen. Durante un incontro ad Ankara la presidente della Commissione Europea venne lasciata in piedi e poi fatta accomodare su un sofà distante dal presidente turco Recep Erdogan e dal presidente del Consiglio europea Charles Michel.

Un incidente che oggi von del Leyen, intervenuta in un dibattito sulla Turchia al Parlamento europeo, ha così spiegato: “Sono la prima donna a esser presidente della Commissione europea ed è così che mi aspettavo di essere trattata nel viaggio in Turchia, come una presidente della Commissione. Non riesco a trovare una giustificazione e devo concludere che quello che è successo è accaduto perché sono una donna. Cosa sarebbe successo se avessi indossato giacca e cravatta?”.

Parole nette e dure quelle della presidente della Commissione che ha aggiunto di essersi sentita “ferita come donna e come europea. Questo riguarda i valori che sono alla base della nostra Unione e dimostra quanto dobbiamo ancora fare perché le donne siano trattate con parità. Lo status delle donne rappresenta lo status della democrazia, la parità di partecipazione delle donne rende più forte la democrazia”.

“Sono la prima donna a esser presidente della Commissione europea ed è così che mi aspettavo di essere trattata nel viaggio in Turchia, come una presidente della commissione Non riesco a trovare una giustificazione e devo concludere che quello che è successo è accaduto perché sono una donna”. E ancora: “Mi sono sentita ferita come donna e come europea – ha aggiunto – questo riguarda i valori che sono alla base della nostra Unione e dimostra quanto dobbiamo ancora fare perché le donne siano trattate con parità”. 

Il nostro nuovo amichetto.

Dopo tanta pazienza, tanti appostamenti, siamo riusciti a trovarlo!!! …. o forse lui ha trovato noi, o si è lasciato trovare????? Sappiamo solo che lo abbiamo trovato, si è lasciato fotografare, ma purtroppo non avendo la giusta attrezzatura, come il mio amico Manuel, questi sono i risultati!!!! Da diversi giorni lo sentivamo, ma non capivamo dove fosse ed oggi eccolo qua in tutto il suo splendore!!!! … una meraviglia della natura…

Proteggiamo i nostri Mari

DANIELA,
PROPRIO IN QUESTI GIORNI STIAMO NAVIGANDO NELLE ACQUE D’ALTO MARE DELL’OCEANO INDIANO NORD OCCIDENTALE.

CON LA NOSTRA NAVE ARCTIC SUNRISE STIAMO DENUNCIANDO COME LA PESCA ECCESSIVA, DISTRUTTIVA E TROPPO SPESSO ILLEGALE STIA DANNEGGIANDO IN MODO IRREPARABILE I NOSTRI MARI E LE SPECIE CHE LA POPOLANO DA MILIONI DI ANNI.
L’EQUIPAGGIO È RIUSCITO A DOCUMENTARE A FILMARE BEN 7 IMBARCAZIONI CHE CALAVANO IN MARE MURI DI RETI DI OLTRE 21 MIGLIA DI LUNGHEZZA. UNA DENUNCIA CHE DOBBIAMO RENDERE NOTA A TUTTO IL MONDO! QUESTE RETI, CONOSCIUTE ANCHE COME “MURI DELLA MORTE” CAUSANO LA CATTURA ACCIDENTALE DI SPECIE IN PERICOLO COME LE ENORMI MANTE, TARTARUGHE MARINE E SQUALI. UN SACCHEGGIO SENZA PRECEDENTI. SPECIE CHE POPOLANO IL NOSTRO ECOSISTEMA MARINO DA MILLENNI, OGGI STANNO SCOMPARENDO A CAUSA DELLA PESCA INDUSTRIALE!

Devi sapere che nonostante queste reti siano state bandite dalle Nazioni Unite trent’anni fa sono ancora utilizzate. In italia le conosciamo con il nome di spadare che ben differiscono dalla millenaria tecnica di pesca con l’arpione. 

Le spadare sono reti derivanti, così definite perché vengono lasciate alla deriva delle correnti intrappolando mortalmente tutto ciò che incontrano. Questo tipo di pratiche insieme a una pesca sempre più industrializzata e intensiva a cui nessuno pone limiti stanno letteralmente svuotando i nostri mari.

Le lobby del potere dell’industria, troppo spesso europea, impediscono di prendere misure serie per contrastare la pesca eccessiva. 

Oltre alle spadare, la pesca industriale utilizza dispositivi capaci di aggregare i tonni, e purtroppo non solo loro, in un punto preciso per aumentare la quantità di pescato. Queste modalità stanno trasformando gli habitat dell’Oceano Indiano occidentale a una scala senza precedenti, dove circa un terzo delle popolazioni ittiche commerciali è ormai sovrasfruttato.

Specie come il tonno pinna gialla potrebbero vedere le proprie popolazioni arrivare al collasso già nel 2024. 

Daniela, fermiamo insieme questa distruzione. Proteggiamo i nostri mari!

Per tutelare gli oceani e le comunità costiere che da essi dipendono, servono scelte decise da parte dell’industria che non può continuare a dipendere da una pesca eccessiva e distruttiva. I governi non possono permettere lo sfruttamento dei nostri mari.

Le zone d’alto mare degli oceani sono un bene comune dell’umanità che va protetto. Insieme a regole di pesca più stringenti chiediamo che alle Nazioni Unite venga approvato un Accordo globale per gli Oceani per creare una rete di Santuari marini e tutelare la biodiversità dei nostri mari 


Daniela, basta pesca distruttiva!
Sostieni le nostre attività di ricerca, pressione e denuncia.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "22 aprile GIORNATA DELLA TERRA പസ "Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo fiume avvelenato, ví renderete conto che non si può mangiare il denaro." Proverbio indiano"

…A MIO FIGLIO…

CHE ORMAI QUEL VETRO LO STA ROMPENDO….

Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo: numeri in Italia

In tutto il mondo migliaia di monumenti e piazze si tingeranno di blu, in segno di partecipazione all’iniziativa. Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale, nella Penisola un bambino su 77 (età 7-9) presenta un disturbo dello spettro autistico

Il 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo (World Autism Awareness Day). Istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’Onu per richiamare l’attenzione sui diritti delle persone con disturbi dello spettro autistico e su quelli delle loro famiglie, la ricorrenza è finalizzata a favorire azioni sociali per promuovere una maggiore inclusione.
In tutto il mondo, Italia inclusa, migliaia di monumenti, piazze ed edifici, tra cui anche Palazzo Chigi, si tingono di blu, in segno di partecipazione all’iniziativa. Numerose, in tutta la Penisola, anche le iniziative pensate per l’occasione.

Numeri in Italia

APPROFONDIMENTOAutismo, prima rete nazionale per la diagnosi precoce dei disturbi

In Italia, secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dei disturbi dello spettro autistico, un bambino su 77 (di età compresa tra i 7 e i 9 anni) presenta un disturbo dello spettro autistico con una prevalenza maggiore nei maschi, che sono colpiti 4,4 volte in più rispetto alle femmine. Si stima che su tutto il territorio nazionale siano circa 80mila le persone con autismo, mentre 270.000 hanno diagnosi di disturbi dello spettro autistico. Numeri che sottolineano la necessità di politiche sanitarie, educative e sociali che incrementino i servizi e migliorino l’organizzazione delle risorse a supporto delle famiglie.

Logopedisti: “Covid ha peggiorato la vita di chi ne soffre”

La Federazione dei Logopedisti Italiani (Fli), proprio in occasione del World Autism Awareness Day, in un incontro sul proprio canale YouTube, ha evidenziato come la pandemia di Covid-19 abbia “radicalmente peggiorato la vita di chi soffre di autismo”, portando nei periodi di lockdown anche a diversi casi di regressione. Come sottolinea la Fli in una nota, le misure di contenimento, l’isolamento domiciliare o l’ospedalizzazione in caso di contagio causate dal Covid-19, particolarmente legate alla ripetitività dei comportamenti e alla stabilità dei contesti, possono creare situazioni molto difficili per chi soffre di autismo. “A causa della pandemia la persona con autismo si è trovata catapultata in un mondo in cui sono cambiate le modalità interattive. Pensiamo solo alla mancanza di contatto fisico, o alla necessità di interagire con la mascherine, privando il paziente di un importante canale comunicativo come quello della lettura delle espressioni”, ha ribadito Sara Isoli, docente di logopedia all’Università di Verona e Padova.

L’appello del Segretario Generale dell’Onu

“In questa Giornata internazionale della consapevolezza sull’autismo, riconosciamo e celebriamo i diritti delle persone con autismo”, ha dichiarato António Guterres, nono Segretario Generale delle Nazioni Unite, lanciando un appello alla popolazione mondiale: “Le persone con autismo hanno il diritto all’autodeterminazione, all’indipendenza e all’autonomia, nonché il diritto all’istruzione e al lavoro su base di uguaglianza con gli altri. Ma la sospensione dei sistemi e delle reti di supporto vitali a seguito di Covid-19 aggrava gli ostacoli che le persone con autismo devono affrontare nell’esercizio di questi diritti. Dobbiamo garantire che una sospensione prolungata causata dall’emergenza non comporti un arretramento dei diritti per i quali le persone con autismo e le loro organizzazioni rappresentative hanno lavorato così duramente”.


Von der Leyen sei una Donna!!!

VERGOGNA!!! VERGOGNA!!! VERGOGNA!!! Von der Leyen sul sofagate con Erdogan: “Successo perché sono una donna!!!” La presidente della Commissione europea torna sull’incidente diplomatico in Turchia: “Mi sono sentita ferita. Dimostra quanto c’è da fare perché le donne siano trattate con parità” Roma, 26 aprile 2021 – Il sofagate è avvenuto perché “sono una donna”. A tornare sull’incidente diContinua a leggere “Von der Leyen sei una Donna!!!”

Anna Angela

La mia prima sostenitrice. La sua voce scalda il cuore e l’anima.

BENESSERE E SALUTE

I problemi di udito vanno affrontati appena ci si rende conto di non sentire più bene per evitare che vadano ad incidere sulla qualità della vita. I consigli del dott. Giuseppe Bove (Audioprotesista) del centro per l’udito “Otofon” di Bari. La perdita dell’udito coinvolge sempre più persone a livello mondiale. In Italia il fenomeno interessaContinua a leggere “BENESSERE E SALUTE”

Il nostro nuovo amichetto

Dopo tanta pazienza, tanti appostamenti, siamo riusciti a trovarlo!!! …. o forse lui ha trovato noi, o si è lasciato trovare????? Sappiamo solo che lo abbiamo trovato, si è lasciato fotografare, ma purtroppo non avendo la giusta attrezzatura, come il mio amico Manuel, questi sono i risultati!!!! Da diversi giorni lo sentivamo, ma non capivamoContinua a leggere “Il nostro nuovo amichetto”

Proteggiamo i nostri Mari

Devi sapere che nonostante queste reti siano state bandite dalle Nazioni Unite trent’anni fa sono ancora utilizzate. In italia le conosciamo con il nome di spadare che ben differiscono dalla millenaria tecnica di pesca con l’arpione.  Le spadare sono reti derivanti, così definite perché vengono lasciate alla deriva delle correnti intrappolando mortalmente tutto ciò cheContinua a leggere “Proteggiamo i nostri Mari”

LIBERTAD

Yo soy el fuego Yo soy el aire Yo puedo hacer todo lo que quiero Yo soy calma, yo soy tormenta Yo puedo hacer todo lo que quiero Encadenaste mi sueño por celo Y lo llamaste amor Me hiciste pequeña y sola Y lo llamaste amor Amor que viene, amor que va No renuncies aContinua a leggere “LIBERTAD”

Save a Fox

Il mio “the intruder” (nome da youtuber del mio ragazzino) durante il suo vagare nel mondo del web, ha scoperto il mondo delle volpi. È veramente tutto da scoprire!!!!! In particolare, ha trovato una donna meravigliosa che, con le sue volpi, sta spopolando in tutto il web. Mikayla Raines, responsabile di “Save a Fox”, il rifugioContinua a leggere “Save a Fox”

Inerro.land

Ringrazio il mio nuovo amico Manuel, per avermi dato la possibilità di entrare nel suo meraviglioso e magico mondo incantato. Vi consiglio di visitare il suo sito resterete senza fiato. Vi auguro e mi auguro di visitarlo realmente appena si tornerà alla normalità. Un viaggio all’insegna dell’avventura e della natura e foto straordinarie. Per oraContinua a leggere “Inerro.land”

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Segui il mio blog

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

GLUTENBIO

NATURAL LIFE

Wanderlust Mela

consigli, curiosità e appunti di viaggi

Manuel Chiacchiararelli

Scrittore, Fotografo, Guida Naturalistica, Girovago / Writer, Photographer, Naturalist Guide, Wanderer

IL MONDO DI GRADANI

Benvenuti nel mio mondo... dalle donne per le donne... e non solo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: